Conferenza Basf

At this time of year it is important to consider how well the fly control units for which you are responsible in your facilities are performing to the best of their ability.

Are the fluorescent tubes producing optimum levels of ultraviolet light? Are the adhesive boards still capable of retaining any insect which lands upon them?

Are the adhesive boards still capable of retaining any insect which lands upon them?

Fluorescent tubes

It is a fact, known to all who work with ultra violet fly control units that the ultra violet light produced by the phosphors within the tubes deteriorates over time.

As a result of the fall in output of the UV light, it has become standard practice within the responsible pest control industry to replace UV tubes when the output has fallen to less than 50% of the initial value. It is felt by most people that with good quality tubes this equates to around 7-8 months operation.

When purchasing tubes to replace those in a unit, it is absolutely imperative to remember that not all of the available tubes are of the same quality. There is a great discrepancy in the output levels from the various tubes available and also in their longevity.

For these reasons it is absolutely essential to select tubes from quality manufacturers. How can you tell what are good quality tubes? Reputable manufacturers like PestWest will be able to supply supportive data for their tubes. These data will outline details of spectral output levels also details of the output level over time, etc.

There is often a great temptation to purchase less expensive tubes, this is always false economy in the long run.

Another point which is worth considering is associated with pest control contracts. If a pest control operator has been given a pest control contract which includes the placement and maintenance of fly control units then the contractor will be contracted to keep a premises pest/fly free. If the contractor is found to be fitting tubes which of poor quality then the contractor could be adjudged to be in breach of that contract which could lead to a dispute between the contractor and customer.

Furthermore it is incumbent upon the contractor, in order to fulfil the contract, to change the UV producing tubes at the correct intervals to ensure maximum efficacy of the units. If the contractor is not changing the tubes at the correct intervals to insure optimum operation, again the judgement may be that the contract is not being fulfilled.

These may seem slightly obscure points, however, the details of pest control contracts are being examined more and more closely. Therefore in order to avoid any unnecessary conflict between contractor and customer change the tubes at the correct intervals and use good quality tubes.

Adhesive boards

Exactly like the choice of tubes outlined above the choice of glueboards is also extremely important. Buying good quality boards is important.

There has been a great deal of research into the development of glueboards which can retain flying insects when they are attracted into a trap by the UV light. It is not just a matter of applying any glue to a board and hoping the flies are caught when they come into contact with the board. It is essential that the glue is not too rapidly degraded by the UV light, that the glue does not dry out quickly, that the glue does not “run” from the board, etc.

Boards from reputable manufacturers have been developed over many years of testing and experimenting. These boards will give many months of reliable and effective trapping of the insects within the fly control units.

Accurate siting is very important

One of the most difficult aspects when introducing a fly control system is deciding on how many units should be placed in premises and where they will give the best performance. There is no guide where to place, as every place shows different needs. To optimise the protection you should always place the EFK:

  • In an area as dark as possible away from the sunlight
  • Between the likely entry points of flying insects and the area to be protected
  • At a height of 1.5 to 2.0 Meter (Wall-mounting), 2.0 to 2.5 Meter for suspended models.
  • In a position so that they can be easily reached and serviced

In questo periodo dell’anno, è importante valutare il perfetto funzionamento delle trappole a luce UV che avete installato e che state gestendo.
I tubi fluorescenti stanno ancora emettendo livelli ottimali di luce ultravioletta?
Le piastre collanti sono ancora in grado di trattenere qualsiasi insetto che entri in contatto con loro?

Tubi fluorescenti

È un fatto noto a tutti coloro che lavorano con le trappole a luce UV che la luce ultravioletta prodotta dai fosfori all’interno dei tubi si deteriori nel tempo.
Per questo motivo, nel settore del controllo dei parassiti, è diventata pratica standard quella di sostituire i tubi UV quando l’emissione è inferiore del 50% rispetto al valore iniziale. Questo significa che, con tubi di buona qualità, ciò equivale a circa 7-8 mesi di funzionamento.
Al momento dell’acquisto dei tubi per la sostituzione di quelli obsoleti, è assolutamente indispensabile ricordare che non tutti i tubi disponibili sul mercato sono della stessa qualità. C’è una grande discrepanza nelle emissioni di luce UV nei tubi nuovi e anche nella loro longevità.
Per questi motivi è assolutamente necessario scegliere i tubi di produttori affidabili. Come si può capire quali sono i tubi di buona qualità? Produttori rinomati come PestWest saranno in grado di fornire i dati a supporto delle emissioni dichiarate. I dati nel grafico illustrano in dettaglio i livelli di emissione con il tubo nuovo e poi nel corso del tempo.
C’è spesso la grande tentazione di acquistare tubi meno costosi ma è sempre un falso risparmio nel lungo periodo.
Un altro punto che vale la pena considerare è collegato ai contratti di controllo dei parassiti: se un disinfestatore ha stipulato un contratto per il controllo dei parassiti che include il posizionamento e la manutenzione delle trappole a luce UV, il suo cliente si aspetta di non avere parassiti che svolazzano nei suoi locali. Se il cliente finale si accorgesse che vengono montati tubi di scarsa qualità, il disinfestatore potrebbe trovarsi in mezzo a una spiacevole controversia.
Se il contratto lo prevede, spetta al disinfestatore cambiare i tubi UV a intervalli regolari per garantire la massima efficienza delle unità. Se il contraente non cambiasse i tubi a intervalli opportuni a garantire un funzionamento ottimale, potrebbe vedersi contestare la vadità del contratto.
Questi possono sembrare punti un po‘ insignificanti tuttavia i dettagli dei contratti di disinfestazione vengono analizzati sempre più strettamente. Pertanto, al fine di evitare conflitti inutili tra disinfestatore e cliente,  è conveniente cambiare i tubi a intervalli corretti e utilizzarne di buona qualità.

Cartoncini collanti

Anche la scelta dei cartoncini collanti è estremamente importante.
L’acquisto di piastre di buona qualità è fondamentale.
C’è stato un grande impegno della ricerca per lo sviluppo di piastre collanti che possano trattenere gli insetti attratti da una trappola a luce UV. Non è solo una questione di applicare della colla a un cartoncino e sperare che le mosche vengano catturate. È essenziale che la colla non venga rovinata troppo velocemente dalla luce UV, che non si secchi rapidamente, che non coli ecc.
Nel corso di molti anni di sperimentazione, produttori di fama hanno sviluppato piastre collanti che garantiscono la durata e l’efficacia per  molti mesi.

Le caratteristiche delle colle PestWest:

La laminatura della piastra elimina il problema della deformazione e facilita la manutenzione.
La cattura e la ritenzione degli insetti e la resistenza ai raggi UVA sono ottimizzati.
Sono semplici da installare con una carta  prottettiva facilmente rimovibile.
Non permettono alcuna penetrazione di umidità.
Utilizzata come parte di un programma di IPM, la gamma completa comprende piastre collanti grigie o gialle con griglia per facilitare il conteggio e l’identificazione degli insetti.
La colla senza solventi e l’uso di cartone riciclato riducono l’impatto ambientale.
Hanno una lunga durata di conservazione per ridurre al minimo i problemi di stoccaggio.
L’accurato posizionamento delle trappole è la cosa importante
Quando si deve fare una nuova installazione di trappole a luce UV, uno degli aspetti più difficili è saper valutare quante unità devono essere collocate, in quali locali e dove daranno le migliori prestazioni. Non c’è una guida precisa su dove installare le trappole perchè ogni sito ha esigenze diverse.
Per ottimizzare la protezione si deve sempre collocare la trappola a luce UV:
nella zona più scura possibile lontano, dalla luce del sole;
tra i probabili punti di ingresso degli insetti volanti e la zona da proteggere;
a un’altezza di 1,5-2 metri per il montaggio a muro e a 2-2,5 metri per i modelli sospesi;
in una posizione comoda per essere facilmente raggiungibile per la manutenzione.

Prof. Anderson Moray – PestWest