“Da fine gennaio BLS sta affrontando forti pressioni da parte del mercato per la fornitura di facciali filtranti FFP2 destinati al mercato industriale e medicale.L’emergenza legata al Coronavirus e la mancanza di prodotti sul mercato cinese ha generato una domanda incontrollata e, nello specifico, ogni distributore ha incrementato il normale quantitativo d’ordine.
La extra richiesta ha generato un collasso sul normale flusso di immissione ordini e oggi accusiamo un ritardo di circa 5-7 giorni nella gestione degli stessi. Siamo consapevoli del disagio arrecato, ma stiamo lavorando affinché il tutto ritorni alla normalità quanto prima.Alla luce di questa situazione straordinaria, ci siamo da subito attivati per soddisfare la domanda del mercato industriale dei nostri numerosi partner europei, rendendo la produzione operativa 24 ore su 24 e approvvigionando la materia prima necessaria.

BLS, tuttavia, essendo un’azienda italiana specializzata al 100% nella produzione di dispositivi di protezione delle vie respiratorie e avendo da molti anni accordi con il Ministero della Salute, deve necessariamente gestire in via prioritaria le richieste destinate ai dipartimenti di malattie infettive dei principali ospedali italiani.
Dopo la notifica del primo caso accertato di CoronaVirus sul suolo italiano, il Ministero ha notevolmente aumentato gli ordinativi di prodotto FFP2 e FFP3 per gli ospedali in tutto il Paese.

Abbiamo ad oggi un piano di produzione su 24h per i prossimi 3 mesi, in cui cercheremo, quindi, di inserire celermente le consegne dei prodotti da Voi richiesti e chiediamo la vostra cortese collaborazione nel validare le date proposte.
Le richieste che eccedono il normale quantitativo da Voi comprato e concordato a inizio anno con i vostri referenti commerciali, verranno filtrate dai responsabili commerciali con consegne contingentate sui prossimi mesi per garantire il miglior servizio possibile. Il nostro interesse è la principale protezione del mercato industriale e medicale, entrambi core business di BLS. Vi invitiamo per cui ad un dialogo costante con i nostri commerciali per offrirVi il massimo servizio possibile.”

Il 4 Ottobre  2018 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Regolamento (UE) 2018/1480 che modifica il Regolamento 1272/2008 (CLP) aggiornando la  classificazione armonizzata di diverse sostanze già presenti, tra cui quella del principio attivo Tetrametrina (N. CAS 7696-12-0).

A partire dal 1° Maggio 2020 sarà obbligatorio applicare le nuove disposizioni legislative e fin da subito immettere sul mercato prodotti recanti la nuova classificazione, senza poter godere di un periodo di smaltimento scorte.

Quindi:

  • i prodotti già a scaffale aventi la vecchia classificazione dovranno essere ritirati dal mercato e ri-etichettati secondo le disposizioni del suddetto regolamento;
  • le scorte già acquistate dovranno essere ri-etichettate conformemente alle nuove disposizioni del CLP dal titolare dell’azienda secondo quanto disposto dal TU 81/08 sulla sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • le scorte prodotte prima di tale data dovranno essere etichettate conformemente alle nuove disposizioni prima di essere immesse sul mercato.

Inoltre, in linea con le disposizioni transitorie del regolamento (CE) n.1272/2008, è consentita l’applicazione delle nuove classificazioni armonizzate e di adattare l’etichettatura e l’imballaggio, su base volontaria, prima della data di applicazione di tali classificazioni nuove o armonizzate.

Per i prodotti contenenti Tetrametrina tecnica in quantità pari o superiori all’1% sarà obbligatorio aggiornare la classificazione applicando la frase H351 “Sospettato di provocare il cancro”.

In base a quanto disposto e consentito dal Regolamento (UE) 2018/1480, Colkim ha deciso di aggiornare la classificazione dei suoi prodotti prima dell’entrata in vigore di tale Regolamento allo scopo di fornire ai suoi clienti, fin da subito, prodotti conformi alle nuove disposizioni di legge.

Si riportano di seguito gli aggiornamenti relativi ai prodotti a marchio Colkim coinvolti:

 

PRODOTTO FRASI H PITTOGRAMMI
CYMINA PLUS (H351) Sospettato di provocare il cancro;

(H319) Provoca grave irritazione oculare;

(H410) Molto tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata

ATTENZIONE

CYMINA ULTRA (H351) Sospettato di provocare il cancro;

(H410) Molto tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata

ATTENZIONE

FLYTRIN 6.14 (H351) Sospettato di provocare il cancro;

(H317) Può provocare una reazione allergica della pelle;

(H410) Molto tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata

ATTENZIONE

PERMACOL 16.2 (H351) Sospettato di provocare il cancro;

(H317) Può provocare una reazione allergica della pelle;

(H410) Molto tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata

ATTENZIONE

Il fornitore dell’estratto di piretro ha comunicato che il principio attivo in questione ha subito aggiornamenti rilevanti riguardanti la nomenclatura, il numero CAS e la sua classificazione.

NOME AGGIORNATO: Chrysanthemum cinerariaefolium (si tratta di almeno quattro composti contenuti in concentrazioni variabili nell’estratto di piretro ottenuto con solventi dai fiori aperti e maturi di Tanacetum cinerariifolium).

NUMERO CAS: 89997-63-7

La CLASSIFICAZIONE aggiornata prevede l’introduzione della frase H317 “Può provocare una reazione allergica della pelle” che richiede, di conseguenza, l’aggiornamento della classificazione ed etichettatura dei prodotti che ne contengono una quantità pari o superiore all’1% tecnico, come disposto dal Regolamento CLP.

Gli aggiornamenti suddetti non implicano, però, alcun cambiamento nella molecola del principio attivo: la struttura chimica, quindi la parte attiva della molecola, rimane identica.

Si riportano di seguito gli aggiornamenti relativi ai prodotti a marchio Colkim coinvolti:

PRODOTTO

FRASI H

PITTOGRAMMI

PIRETRO RTU

(H317) Può provocare una reazione allergica della pelle;

(H319) Provoca grave irritazione oculare;

(H411) tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata

ATTENZIONE

PYREKILL 2,5

(H317) Può provocare una reazione allergica della pelle;

(H411) tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata

ATTENZIONE

PIRETRO SPRAY

(H222) Aerosol estremamente infiammabile;

(H229) Recipiente sotto pressione: può esplodere se riscaldato;

(H317) Può provocare una reazione allergica cutanea;

(H400) Molto tossico per gli organismi acquatici;

(H411) Tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.

PERICOLO

I nostri clienti della Campania lo conoscono bene e possiamo certamente affermare che ormai Roberto Vatore è riuscito a farsi conoscere e stimare.

La disponibilità e la precisione di Roberto sono i suoi punti di forza. Inoltre è appassionato di tutto ciò che riguarda gli insetti e il mondo degli infestanti.

Siamo certi che conquisterà anche i clienti della Puglia e della Basilicata che apprezzeranno il garbo e la preparazione di Roberto.

Ecco i suoi recapiti:

Roberto Vatore
Tel. 344.083.49.50
roberto.vatore@colkim.it

Per quanto riguarda la Calabria, attualmente sarà tutta servita da Carmelo Capizzi (380.704.58.54 – carmelo.capizzi@colkim.it), già responsabile delle province di Reggio Calabria, Catanzaro, Vibo Valentia e Lamezia Terme insieme alle regioni Sicilia e Sardegna.

 


 

Ne approfittiamo per salutare e ringraziare Claudio Moresi per il lavoro svolto con noi in 10 anni di presenza come volto dell’azienda nelle zone ora coperte da Roberto. Grazie Claudio!

Volevamo stupirvi e siamo certi che ci riusciremo: vi presentiamo la prima donna a ricoprire il ruolo di agente in Colkim.

I fortunati che avranno il piacere di poter contare su di lei sono i professionisti dell’Emilia Romagna e della Toscana.

Valentina Bianchi fa parte del nostro staff da 10 anni.

I clienti della Lombardia sono quelli che la conoscono meglio ma la sua gentilezza, la disponibilità, la precisione e l’efficienza sono conosciute dalla maggior parte dei nostri acquirenti.

Da sempre Valentina si occupa del Customer Service e in particolare ha sempre gestito la sede di Lodi (prima a Casalmaiocco e poi a San Martino in Strada).

E ora la svolta: Valentina ci è subito venuta in mente quando si è reso vacante il posto per supportare Maurizio Bocchini per gestire al meglio le due regioni di sua competenza.

Per ricoprire il ruolo di agente occorre molta pazienza, perchè i professionisti della disinfestazione spesso non hanno tempo per incontrare chi può supportarli e per ascoltare le novità del mercato.

Inoltre il nostro mercato ha necessità di persone che possano rispondere a quesiti tecnici e che conoscano la disponibilità di materiali e le soluzioni per ogni tipo di problema.

Anche per questi motivi riteniamo Valentina la persona perfetta per svolgere questo difficile compito.

Siamo certi che da subito i disinfestatori sapranno cogliere e apprezzare la professionalità di Valentina.

Ecco i recapiti per i clienti di Emilia Romagna e Toscana:

Valentina Bianchi
Tel. 342.67.54.284
valentina.bianchi@colkim.it

Vorremmo tranquillizzare coloro che abitualmente utilizzano il magazzino di Lodi che la struttura rimarrà attiva e verrà gestita da personale competente.

Ricordiamo che gli orari sono:

LUN-GIO: 8.30-12.30 • 13.30-17.30

VEN: 8.30-12.30 • 13.30-15.15

e che occorre effettuare in anticipo l’ordine telefonico (tel. 0371/79471) per trovare il materiale disponibile al momento del ritiro.

Il lancio è stato fatto il 5 Novembre, a Bologna.

Testimonial d’eccezione: Dario Capizzi.

Questo nuovo topicida è a base di Flocoumafen a 25 ppm, un anticoagulante a dose singola di seconda generazione. Uno dei vantaggi di questo principio attivo è che non ha resistenza.

Storm Ultra Secure è registrato per tutte e tre le specie di roditori sinantropici e non è classificato pericoloso, a differenza degli altri coagulanti di comune utilizzo.

Si presenta in blocchi da 25 grammi con foro centrale ed è completamente senza paraffina. Questa particolarità lo rende certamente molto appetibile.

Dario Capizzi ha confermato questa peculiare caratteristica, presentando alcune prove effettuate.

Chi è interessato a testarlo, soprattutto nelle situazioni più critiche, dovrà aspettare fino a Gennaio quando finalmente Storm Ultra Secure sarà disponibile per la vendita.

 

La soluzione ICT (tecnologie riguardanti i sistemi integrati di telecomunicazione) perfetta per questo obiettivo è l’utilizzo delle trappole intelligenti Xignal!

Normalmente il controllo dei roditori si esegue 8, 12, 26 o anche fino a 52 volte all’anno. Questa è una questione cruciale e che comporta molto tempo e lavoro.

La soluzione

Il monitoraggio digitale di Xignal è il sistema online di registrazione delle catture più innovativo e automatizzato. Un sistema encomiato dagli auditor internazionali. Questo monitoraggio digitale ha diversi vantaggi per il disinfestatore:

  • Monitoraggio 24/7 e una panoramica in tempo reale nel portale di controllo;
  • Un aggiornamento immediato in caso di scatto di una trappola, con indicazione di cattura o senza cattura;
  • Informazioni dettagliate sulla posizione della trappola scattata;
  • È possibile agire immediatamente in caso di cattura;
  • Ispezioni più veloci ed efficienti;
  • Grande risparmio di manodopera degli operatori sul campo.

Come funziona Xignal?

Xignal è disponibile sia per topi che per ratti. I sensori non registrano solo che la trappola è scattata, ma anche se ha catturato. Il sistema invia i dati tramite LoRa. Con l’aiuto del Gateway, fornito, lo stato della trappola viene verificato in tempo reale.

Le trappole Xignal catturano i roditori in maniera intelligente con sensori all’avanguardia.

Xignal è la soluzione per il presente e per il futuro: derattizzazione intelligente e sostenibile.

 

Foto di applicazioni

 

Firmare con riserva significa che il destinatario del bene ricevuto tramite il corriere si riserva di verificare l’integrità della merce e che, in caso di danni derivanti dal trasporto, il corriere ne dovrà rispondere. Il corriere, per legge (art. 1693 CC), è responsabile per i danni arrecati alle cose da trasportare, dal momento in cui le riceve sino al momento della consegna, a meno che non provi che la perdita o i danni sono derivati da:

  •  caso fortuito,
  • dalla natura o dai vizi della cosa,
  • dal loro imballaggio,
  • o da responsabilità del mittente o del destinatario.

Il problema sta nel fatto che il corriere consegna al destinatario, nella maggior parte dei casi, il bene imballato in una scatola chiusa: per cui è difficile, nell’esperienza quotidiana, che il destinatario apra e verifichi alla presenza del corriere l’integrità e la funzionalità del bene. Si pensi per esempio a beni che richiedano un montaggio: ci possono essere torsioni ai pezzi in ferro, parti mancati perché perse durante il trasporto, strappi a parti delicate o in stoffa, ecc. Ecco perché è utile ricevere la merce con la cosiddetta clausola di “riserva”. Peraltro, la norma che disciplina il contratto di trasporto di cose (art. 1698 CC) stabilisce che il ricevimento senza riserve delle cose trasportate impedisce al destinatario di denunciare al vettore i danni delle cose trasportate, tranne nel caso di dolo o colpa grave del vettore.
Ricorda anche che, nel caso di danni non riconoscibili al momento della consegna, il destinatario deve denunciare al corriere il danno entro otto giorni dal ricevimento, altrimenti perde il diritto ad ottenere il risarcimento dei danni dal vettore.
In alternativa, il destinatario può sempre rifiutare il pacco rotto, ma questo non equivale a esercitare il cosiddetto diritto di recesso (diritto che consente, entro 14 giorni dalla consegna, di manifestare il proprio ripensamento sull’acquisto, senza doverne motivare le ragioni). Infatti, ai fini del diritto di recesso bisognerà rispettare le formalità previste dalla legge e dal contratto. Dunque, il solo rifiuto di ricevere la merce dalle mani del vettore non equivale a manifestare il diritto di ripensamento: con la conseguenza che il consumatore resterà obbligato al pagamento del prezzo. (Rif. laleggepertutti.it)
Ecco per esempio quello che noi timbriamo sui documenti di trasporto quando riceviamo merce dai nostri fornitori:

Solo con il tuo aiuto, noi possiamo rivalerci sul corriere e far sì che il danno da te subìto sia risarcito in tempo e in modo congruo.
Una piccola attenzione in più da parte tua in fase di ricezione della merce, è un grande aiuto per Colkim affinché si possa rivalere sul corriere.

L’immenso panorama che caratterizza il mondo dell’entomologia evidenzia come gli insetti dannosi rappresentino in realtà una minoranza rispetto alle specie che, al contrario, richiedono interventi dediti alla loro conservazione.

In tale contesto l’impiego e lo sviluppo di strategie per la Lotta Integrata rappresenta un approccio razionale e sostenibile verso cui la disinfestazione moderna si sta rivolgendo, con la riduzione degli insetticidi e la ricerca di mezzi alternativi ogni qualvolta questo diventa possibile.

Nel corso del Convegno verranno approfondite le tematiche ambientali e normative che regolano il controllo degli infestanti nelle nostre realtà urbane, le procedure di monitoraggio, il controllo di gestione finalizzato a segnalare il rischio e a ridurre la sua incidenza nelle diverse realtà considerate sensibili.

Si parlerà di insetti parassiti, infestanti e di entomofagia seguendo le filiere dall’allevamento alla tavola e dal forcone alla forchetta.

Con questo convegno ANID vuole proporre una panoramica sulle moderne questioni legate agli infestanti, invitando gli interessati ad un avvincente aggiornamento tecnico scientifico sulle prerogative che caratterizzano tale mondo e sulle sfumature che dovrebbero scandire la nostra convivenza con gli straordinari animali che lo popolano.

 A TU PER TU CON L’ESPERTO

A.N.I.D. mette a disposizione un servizio di consulenza gratuita per i partecipanti che ne faranno richiesta.

Dalle 10.00 alle 16.00 del 6 Novembre sarà possibile prenotare mezz’ora con alcuni esperti che sono a disposizione per colloqui personali su questi temi:

• Gestione rifiuti

• Legale

• Gestione appalti

• Consulenza del lavoro

• Entomologico